Il Monferrato è custode di un prezioso patrimonio storico e artistico senza tempo. Sì, perché sparsa tra le vallate, nei boschi o sulla cima di qualche collina, si nasconde una collezione di affascinanti tesori in pietra vecchi anche più di 1000 anni da scoprire.

Nel Monferrato, l’arte romanica si esprime con i colori del territorio, come i toni chiari della pietra arenaria, di cui sono composte le colline.

Il Romanico è un periodo artistico medievale, che si è sviluppato in Europa tra la fine del X secolo e gli inizi del XIII. Nel territorio casalese e astigiano, sono molte le testimonianze ancora esistenti.

Sono pievi e chiese nascoste dal verde, circondate dai vigneti oppure custodite tra le case di cittadine e borghi, che conservano da secoli il proprio fascino e la propria bellezza.

Arte romanica nel Mmonferrato

L’Arte Romanica nel Monferrato Astigiano

Con la sua austerità, l’arte romanica rappresenta uno dei capitoli più significativi nella storia dell’arte europea, e trova nel Monferrato Astigiano alcune delle sue migliori espressioni tra quelle visitabili in tutto il territorio.

Abbazia di Vezzolano

L’Abbazia di Vezzolano si trova nel comune di Albugnano, noto per il suo belvedere, il Belvedere Motta, detto anche Balcone del Monferrato. L’Abbazia, che sorge immersa nel verde fuori dal paese, è uno degli esempi di architettura romanica e monumento medievale tra i più importanti di tutto il Piemonte.

Abbazia di Vezzolano - Albugnano
Abbazia di Vezzolano – Albugnano

Attorno alle origini della canonica aleggiano alcuni misteri e leggende (te le raccontiamo qui). Anche se non si conosce con esattezza la storia della sua fondazione, secondo alcuni documenti, la costruzione della chiesa come la si può vedere oggi venne avviata nella seconda metà del XII secolo.

La pieve dei Santi Nazzario e Celso, di Montechiaro d’Asti

La chiesa dei Santi Nazario e Celso di Montechiaro d’Asti, risalente all’anno 1130, colpisce lo sguardo fin da lontano. La pieve svetta isolata su una verde collina, tra i pochi alberi e i vigneti, con il suo alto campanile, caratterizzato dal candore tipico della pietra arenaria, alternato al caldo rosso dei mattoni. Anche per queste sue caratteristiche, la chiesa romanica di Montechiaro d’Asti è diventata a tutti gli effetti un monumento iconico del territorio.

Chiesa romanica dei Santi Nazario e Celso Di Montechiaro d'Asti
Chiesa romanica dei Santi Nazario e Celso Di Montechiaro d’Asti

La pieve di San Lorenzo a Montiglio Monferrato

Non si sa con esattezza l’anno di fondazione della pieve di San Lorenzo a Montiglio Monferrato, tuttavia, per le sue caratteristiche, si ipotizza possa essere avvenuta attorno alla seconda metà del XII secolo.

La chiesa romanica si trova ai bordi del centro abitato, su un’altura nei pressi del cimitero del paese. Nonostante gli interni siano decisamente spogli, le decorazioni e finiture di pregio che conserva creano un ambiente particolarmente suggestivo.

Arte Romanica nel Monferrato Casalese

Il principale esempio di arte romanica nel casalese si trova proprio a Casale Monferrato: la Cattedrale di Sant’Evasio. Il Duomo di Casale è un importante esempio di architettura romanica e uno dei monumenti più antichi della città. L’inizio dei lavori di costruzione risale al XI secolo, la consacrazione avvenne invece nel 1107. L’opera originale dell’epoca ha subito diverse modifiche, alcune delle quali importanti. La particolare facciata, contraddistinta da alcuni elementi asimmetrici, è il risultato di un restauro del XIX secolo.

cattedrale di sant'evasio casale monferrato
Cattedrale di Sant’evasio – Duomo di Casale Monferrato

Continuando l’esplorazione, uscendo dalla città e addentrandosi nel territorio del Monferrato degli Infernot, si possono raggiungere altri interessanti esempi di arte romanica.

Chiesetta di San Michele a Moleto

Moleto è un’affascinante e curiosa frazione del Comune di Ottiglio. In cima alla collina, alla fine della borgata, si trova la chiesetta di San Michele: un esempio di romanico, divenuto negli anni una vera e propria attrazione.

Chiesa romanica di San Michele a Moleto
Chiesa romanica di San Michele a Moleto

La costruzione della chiesa risale al XII, ma quella che occupa attualmente non è la sua posizione originale. La chiesetta è stata ricostruita in questo bellissimo punto panoramico nel 1968, per salvarla dai rischi derivanti dall’ampliamento delle vicine cave.

Chiesa di San Pietro a Olivola

Nel pittoresco paese di Olivola non c’è una sola chiesa intitolata a San Pietro, bensì tre. Quella di cui stiamo parlando è la scenografica chiesetta posta sulla sommità della collina raggiungibile da via Duca d’Aosta.

Chiesa romanica di San Pietro di Olivola
Chiesa romanica di San Pietro di Olivola

Di origine romanica è il campanile, caratterizzato da un’evidente pendenza e appoggiato al fianco della chiesetta. Si tratta di una meta di sicuro interesse storico e artistico, ma anche un punto panoramico d’eccezione, che regala un’incredibile vista sul paesaggio circostante.

Chiesa di San Quirico a Treville

La piccola chiesa di San Quirico, la cui costruzione risale al XII secolo, sorge fuori dal centro abitato di Treville, ancora una volta, in una posizione privilegiata per la vista, circondata dai vigneti. Al suo interno rimangono ancora alcune tracce degli originali affreschi che decoravano l’abside.

Chiesa romanica di San Quirico a Treville Monferrato
Chiesa di San Quirico – Foto di Roberto Velardi

Vuoi continuare a scoprire nuove mete e curiosità del Monferrato? Iscriviti alla newsletter e ricevi i nostri suggerimenti!

Daniele Farina

Cremonese doc, sono stato per undici anni disegnatore elettronico, poi la voglia di fare delle mie passioni un lavoro mi ha portato a gestire una formaggeria-salumeria. Tra camembert e culatelli, forme di grana e prosciutti, nel cuore ho sempre riservato un posto per la musica, la birra e la montagna. Da quando ho incontrato Martina, un po’ di quello spazio se l’è preso il Monferrato. | Visita sito

Correlati