Il Monferrato e la Liguria condividono una lunga storia fatta di scambi e reciproche influenze, culturali ed enogastronomiche. Un esempio? La farinata, prodotto tipicamente ligure, che vanta una sua variante monferrina. Ecco la ricetta della Belecauda, la farinata piemontese.

La Belecauda di Nizza Monferrato

Pochi e semplici ingredienti, una storia millenaria: la Belecauda, tradizionale farinata piemontese della zona di Nizza Monferrato, è fatta con pochi e semplici ingredienti che sanno conquistare il palato.

Le radici di questa ricetta diffusa in tutto il basso Piemonte sono antichissime: già gli antichi latini e greci erano soliti preparare sformati a base di purea di legumi. È intorno al Medioevo che la farinata si diffonde nel genovese, grazie alle sue proprietà nutrienti, alla facilità di conservazione della farina di ceci e alla semplicità della preparazione. Oggi la si può frequentemente gustare nelle feste e nelle strade di paese, come una sorta di street food dalle origini antichissime e dal sapore intramontabile.

Nella versione tipica di Nizza Monferrato, la Belecauda si prepara seguendo una ricetta semplicissima, composta soltanto da 4 ingredienti: Acqua, sale, olio e farina di ceci.

Ricetta della Belecauda

La ricetta delle belecauda è semplicissima, ma richiede un po’ di tempo: occorrono infatti circa 10 minuti per la preparazione, a cui vanno però aggiunte 4 ore per far riposare l’impasto. Ma credeteci, ne vale la pena!

Ingredienti

Come dicevamo, gli ingredienti per preparare la farinata di ceci piemontese sono pochissimi:

  • 250 gr di farina di ceci
  • 700 ml di acqua
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

Iniziate versando la farina di ceci in una ciotola e aggiungendo un pizzico di sale. Versate gradualmente l’acqua tenendo sempre mescolato il composto, per fare in modo che non si formino grumi. Continuate a mescolare fino a quando il composto non risulta omogeneo, poi coprite la ciotola e lasciate il tutto a riposare per almeno 4 ore.

Trascorso questo tempo, potete eliminare con un cucchiaio l’eventuale schiuma formatasi sopra il composto e potete dare una mescolata. Iniziate a preriscaldate il forno portandolo a 250°.

Poi, prendete una teglia in alluminio larga (la farinata deve risultare alta circa un centimetro) e versateci una buona quantità di olio a coprire il fondo.

Aggiungete l’impasto e continuate a mescolare fino a quando non vedete l’olio salire sulla superficie. A questo punto potete infornare e lasciar cuocere per circa 20 minuti. Quando estraete la belecauda dal forno, si dovrà essere formata una crosticina croccante.

A questo punto, potete tagliare a fette la vostra Belecauda e servirla. Mi raccomando: come ogni farinata, per essere gustata al meglio va mangiata bella calda! Buon Appetito!

Martina Pugno

In perenne viaggio tra Cremona e il Monferrato, amo godermi tutto il bello delle colline in cui sono nata. Se vuoi sapere di più su come trascorro il mio tempo in Monferrato leggi i miei post, troverai spunti utili. Se, invece, vuoi sapere cosa faccio quando non girovago tra un sentiero e l’altro, puoi leggere qui: www.martinapugno.com. | Visita sito

Correlati